Buona serata

L’ ho sentita per caso e l’ho cercata, trovo questa canzone veramente bella!

43 risposte a "Buona serata"

Add yours

      1. È vero … dal 1920 … giorno in cui è stata scritta… Personalmente posso dirti che, è una delle canzoni d’amore più belle in assoluto! Ci accomuna l’isola … sebben la mia sia quella di Polifemo. Grazie Marghian…😊

        "Mi piace"

        1. Ciao. Sicilia, vero? Ma non so, forse Omero o il traduttore ha fatto un po’ di confusione. o forse ricordo male io. Quel che scrivi tu e’ giusto, “l’isola dei ciclopi” e’ la Sicilia, ma poi viene nominata nel poema “l’isola di trinacria” e non in rapporto ai ciclopi, come se Ulisse fosse sbarcato in due isole differenti, mentre invece “ciclopi” e “trinacria” sono sempre la sicilia (“trinacria” perche’ triangolare). Sai quale era l’isola dei lestrigni Giganti che lanciavano pietre enormi, non meno forti di polifemo. Si pensa fosse la Sardegna, ed in effetti i sardi antichi di pietre si intendevano, si pensi ai nuraghi. Ceerto l’odiesea non e’ da prendere come atlante antico attemdibile, “l’isola di…” era spesso magari una costa della Penisola. Mi voglio ripassare, questa cosa.
          Riguardo a “non potho reposare” si’, è la piu’ bella canzone d’amore che sia mai stata scritta, ma a voi non sardi viene fatto un piccolo torto. Bravissimo Andrea, ma sia lui che tutti gli interpreti, e dico tutti, ne cantano..una minima parte!!!! Vedi su google “a diosa- a diosu”, perche’ “non potho reposare” e’ un po’ come le encicliche papali, ” le prime parole”, “non potho reposare amore e coro…”, ma il testo completo è l’insieme di due componimenti, la lettera d’amore di lei a lui, “a diosa”- alla mia bella “(non potho reposare….ecc.ecc…) e la risposta di lei a lui “a diosu”.
          Morale, tutti gli interpreti della canzone, ne cantano solo un estratto. Ciao 🙂

          "Mi piace"

          1. A me piace molto il termine Trinacria ma mi sono anche accorta che spesso molti non riescono a capirlo anzi la vivono come una parola dialettale stonata. E così mi è più facile dire terra dei ciclopi sapevo la storia della Sardegna e dei suoi antichi chiavi e delle pietre in fin dei conti la Sardegna è una terra prevalentemente piena di pietre e territori scoscesi e aridi Ma è bella proprio per quello ho visto alcuni dei tuoi video ed è una zona bellissima quella dove vivi. Riguardo la canzone conoscevo l’origine del nome ma devi anche capire che gli artisti sono costretti a volte a modificare quello che è originale per renderlo più orecchiabile comprensibile e anche accettabile al pubblico che li ascolta. In ogni caso chi meglio di loro poteva interpretare una canzone così ho una poesia così… ti ringrazio e ti auguro una buona giornata di sole e divento che quello in Sardegna non manca mai! Ho visto solo la parte nord della Sardegna praticamente la provincia di Sassari ..Lu bagnu una frazione di mare con gli scogli marrone rosso e Castelsardo.
            mi auguro un giorno di poterci tornare!

            "Mi piace"

            1. Ciao. Scontato che tu sapessi di “trinacria”, e la mia non era una critica agli artisti, ma per mettere in evidenza il fatto che, proprio chi di voi non sardi APPREZZANO IL TESTO, ritengo bello che sappiate (se pure tu lo sai, scrivo anche per altri che, leggendo il commento, trovasse questo come una novita’…), che il testo completo e’ piu’ lungo e ascoltando solo la canzone, si perdono moltissimi versi, che sono bellissimi. Ecco che, cercando- a diosa – a diosu si trovano tutti i versi.
              La Sardegna, come sai, veniva chiamata ichnos, “impronta”, perche’ sembra l’impronta di un piede. “Nel diluvio, Dio (o il dio del mare) si impietosi’, o si penti’, e pose il piede sul “continente tirrenide” al fine di salvarne almeno una piccola parte che, guarda li’, è a forma dell’impronta del piede del dio, narra una leggenda.
              Qualcuno oggi sostiene che la Sardegna fosse l’atlantide. Sergio frau, e Mario Tozzi..ha sposato la tesi! Ti esprimo il mio parere, citando Claudio Baglioni: “ma io questa cosa qui, mica l’ho mai creduta…”. Guarda (o riguarda) il mio video dove vi parlo del canale nelle nostre campagne, li’ spiego il perche’ , non vorrei dilungarmi qui. Ciao 🙂

              Piace a 1 persona

          2. Ma per la miseria, quando ci vuole ci vuole .”. “la lettera d’amore di lei a lui, “a diosa”..” DI LUI A LEI. , il secondo “di lei a lui” è giusto, “a- diosu”. Eh, mi paret chi pro mie es mezzus *reposare (mi sembra che per me sia meglio riposare… 🙂 )

            "Mi piace"

    1. Non la conoscevo!! Ma conosco un’altra dei Tazenda, STESSO TITOLO, se non ricordo male, ,”la ricerca di te”. Molto diversa, altrettanto bella. Cantante Beppe Dettori. ‘notte: )

      "Mi piace"

      1. Ciao Silvia. Ieri notte ho gaffato.
        Attenuanti: ero coricato, buio nella stanza, senza occhiali e solo la retroilluminazione del cell, ho letto “la ricerca di te”, mentre ora alla luce del sole e forse senza sonno, leggo “la ricerca del tempo perduto”. Oh bella … (“STESSO TITOLO, se non ricordo male)”. Mistero risolto. Ciao 🙂

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

HIC SUNT LEONES

Sintesi del Tavellismo in piena libertà...o quasi

Le foci dell'Eufrate

ovvero le frasi che urlo di notte

PIANETA MOBYS

Un blog agrodolce online da maggio 2008.

LA DARKINA DEL WEB

il mio mondo fra le ombre

LaChimicaDelleLettere

Reazioni a catenella

Curiosando qui e là 🔍🔎

Curiosando si imparano sempre cose nuove😊

Astro Orientamenti

Astro Orientamenti

Orsobianco

Fantasie e realtà

Come cerchi nell'acqua

ogni pensiero, azione, parola si propaga nello spazio....

Sabri Tapì

Anche se non ci sei Tu sei sempre con me e sono ancora sicuro che io ti rivedrò dovunque tu sia (Franco Battiato) 💙💙💙

ATTRAVERSAMI L'ANIMA

Fogli dispersi

Chef Massimi Lorenzo

Mangiare la conoscenza

wwayne

Just another WordPress.com site

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: