Goodnight from Kasabake: quando la nipote del Duce cantava in Giapponese

Post leggero, anzi leggerissimo, come direbbero gli eccellenti Colapesce e DiMartino, che apprezzo moltissimo ed anche in parte ironico su certo costume italico di altri tempi, come non a caso sono anche le loro canzoni: una vicenda ed una curiosità che sembra quasi uno scherzo, ma che non lo è affatto.

Continua a leggere “Goodnight from Kasabake: quando la nipote del Duce cantava in Giapponese”

Goodnight from Kasabake: le gioie del sampling secondo Dua Lipa

Questa sera, complice il caldo torrido con cui l’assolato Giugno appena trascorso ci ha precipitato dentro l’appena iniziato Luglio ed anche per via di una certa atmosfera vacanziera (molto più sbandierata in quel simulacro di realtà che ci viene offerto dai telegiornali e dalle news sparse nei social, che non davvero realmente presente nella vita di tutti i giorni), mi sono voluto prendere una pausa dalle mie saccenti esternazioni sul Cinema e sulle sue tecniche, per tornare a parlare in modo più leggero di pop music e videomusic.

Continua a leggere “Goodnight from Kasabake: le gioie del sampling secondo Dua Lipa”

Avviso ai naviganti!

BUON POMERIGGIO, VOGLIO AVVISARE CHE IN QUESTO PERIODO E FINO A QUANDO FARA’ CALDO, IO CI SONO PERCHE’ DI FERIE FARO’ SOLO UNA SETTIMANA IN AGOSTO, PERO’ PREFERISCO DEDICARMI AD ALTRE COSE, TIPO LEGGERE E ALTRO, METTERO’ IL SOLITO VIDEO LA SERA, ANCHE SE FORSE NON SEMPRE, MA I COMMENTI SARANNO MOLTO LIMITATI, DIREI QUASI NULLI, SCUSATE MA IL PC MI FA CALDO E LA VOGLIA E’ DECISAMENTE POCA.

DICIAMO CHE SARO’ IN UN LETARGO ESTIVO, PERO’ CI SARA’ SEMPRE L’AMICO KASA CON I SUOI POST MOLTO INTERESSANTI, QUANDO RIUSCIRA’ A PUBBLICARE, BUONA ESTATE.

AH, DIMENTICAVO, QUESTA SERA CI SARA’ IL VIDEO MUSICALE, MA NON RISPONDERO’ AI COMMENTI PERCHE’ VEDO LA PARTITA, BUONA SERATA E BUONA ESTATE A TUTTI!

silvia

NKS, lo Spazio Cinematografico diegetico e non-diegetico: lo “shot/reverse shot”

Noi spettatori siamo da sempre abituati a guardare film e fiction televisive in cui le riprese sono costruite per imitare lo sguardo di un essere umano, filmate quindi per lo più con la cinepresa posta ad altezza occhi, con personaggi che si guardano l’un l’altro in viso, siano essi in piedi o seduti, sullo stesso livello o su diversi piani, dall’alto verso il basso o viceversa, magari affacciati ad una finestra o intenti a spiare da lontano attraverso un cannocchiale o nel mirino telescopico di un fucile da cecchino e questo perché, di fatto, il cinema stesso, come medium espressivo, per narrare le sue storie usa una simulazione di ciò che noi spettatori potremmo vedere se fossimo realmente sulla scena, anche facendosi aiutare a tale scopo da sfondi dipinti o realizzati digitalmente ed effetti speciali, meccanici o digitali, non solo in film dichiaratamente di soggetto fantastico, ma anche realistici.

Continua a leggere “NKS, lo Spazio Cinematografico diegetico e non-diegetico: lo “shot/reverse shot””

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito